Terme gratis per il tuo compleanno? Solo al Qc terme

da | Mag 8, 2023 | Consigli cicloturismo, Consigli trekking

Premessa, non ho mai amato festeggiare il compleanno. Quest’anno però, essendo un anno speciale (ma di questo ti racconterò..) ho voluto dedicare un momento a me stessa. Oltretutto, tornavo da un viaggio di trekking intenso dalle Azzorre, dove ho camminato circa 130km ed il mio corpo mi implorava riposo. Quale miglior modo se non andare alle terme? E specialmente con una promozione speciale “Wellness birthday” che solo il QC Terme sa offrire. Ti racconto la mia esperienza!

Qc Terme è il più grande gruppo italiano nel settore del benessere nato da un’idea dei fratelli Quadrio Curzio che nel 1985 hanno deciso di ristrutturare i vecchi centri termali di Bormio ereditati dal padre. La loro idea era quella di rivoluzionare il concetto della classica balneoterapia facendo conciliare la tradizione delle terme romane con esperienze rigeneranti in location magnifiche.
Già dai tempi dei romani le terme erano sia un luogo di convivialità e di incontro che di rigenerazione del corpo e della mente. Basti pensare che ancora oggi utilizziamo l’acronimo latino SPA, ossia Salus per Acquam, per indicare un luogo di benessere. Con il tempo i fratelli Quadrio Curzio si sono espansi dando vita a QC terme nelle seguenti località: Bormio, Pré Saint Didier, Monte Bianco, Milano, Torino, Roma, San Pellegrino, Dolomiti, Chamonix-Mont-Blanc, New York, Garda.
Questi centri termali sono tutti molto simili tra loro, tranne per qualche dettaglio e la loro location, ma il concept generale è lo stesso. Sono invece molto differenti dalle classiche spa o terme che si trovano in giro.
Io generalmente dopo qualche ora mi stanco, ma qua devo dire che il tempo sembra sempre passare in fretta! Ho frequentato molto i centri termali in giro per l’Italia e all’estero e addirittura ho anche lavorato un anno in un hotel termale ad Abano dove mi ero appassionata di questo mondo e del suo elemento principale: l’acqua! Le proprietà dell’acqua termale per noi sportivi sono moltissime! Di recente, come ti accennavo, sono stata anche alle Azzorre. Dopo una giornata di hiking intenso sotto la pioggia, lanciarmi in pozze di acqua calda mi ha dato un gran sollievo! Provare per credere…

QC Terme Garda

La mia prima esperienza con QC Terme è stata proprio sul lago di Garda e precisamente a Cavalgese della Riviera, circa a 17 km da Salò. Ciò che mi ha colpita è proprio il recupero del Palazzo Arzaga, un’antica dimora rinascimentale del XV secolo che sorge tra le colline del Lago di Garda.
Adoro le residenze storiche perché sono ancora impregnate di tanta storia! QC Termegarda è giovane, una delle ultime strutture aperte del gruppo e nasce infatti a metà dicembre 2022.
La storia del palazzo e dei suoi proprietari però è ancora oggi sconosciuta. Si sa solo che durante il Cinquecento fu di proprietà della Repubblica di Venezia per poi essere acquistato prima dal milanese Francesco Roveglio poi da una famiglia padovana. Dopo sessant’anni di abbandono, il complesso venne convertito in hotel dal Barone Lanni della Quara, il quale convertì il terreno circostante in campo da golf.

© QC Terme Garda

Il Palazzo ed il percorso benessere Qc Terme garda

Il Palazzo si divide in tre strutture:
– quella principale con la Reception, la spa, le camere (in totale sono 78 di diverse tipologie), l’area massaggi, il bistrot ed il ristorante;
– la chiesa con la Residenza San Martino (dove ho dormito);
– la Residenza dei Castagni dove dormire con vista sui campi da golf.

Il percorso benessere è molto ampio ed include piscine interne ed esterne con diversi tipi di idromassaggio, saune, bagno turco, zone relax, docce vichy e percorsi sensoriali. Tutto è pensato per la cura del corpo (sono infatti presenti tester di profumi e creme sia nella spa che negli spogliatoi) e della mente soprattutto per il semplice fatto di essere immersi nella natura.
Nel sito non è descritto tutto in dettaglio, non so se sia fatto apposta o se vuole lasciare quest’aura di mistero con effetto sorpresa una volta dentro proprio come è successo a me!

Vorrei comunque venire ai dettagli giusto per dare un’idea:
– Le due vasche esterne hanno diversi tipi di idromassaggio. Una è circondata da salvia e da lì si gode di una bella vista sul parco da golf e sul paesaggio e, se si arriva di sera, anche di un bellissimo tramonto. La seconda, la vasca delle sirene, è semplicemente stupenda sia per i suoi sdrai idromassaggio sia per le luci che illuminano l’acqua di sera. Si crea a dir poco uno scenario meraviglioso solamente alzando lo sguardo tra le luci, la luna, le stelle ed i pianeti che brillano.
– All’interno del Palazzo ci sono anche delle vasche di vario tipo. Ad un certo punto mi sono detta “Manca la cascata cervicale!” Ed ecco sbucare una vasca interna con un’enorme cascata. Insieme a questa si trova anche un’altra vasca dedicata al relax con vista sui campi da golf.
– La zona secca con le saune e la zona umida con il bagno turco è enorme, tutto ispirato agli elementi del territorio del Garda come gli ulivi, i limoni, l’acqua e al Palazzo Arzaga. Gli aromi scelti per il bagno turco sono inebrianti invece le saune profumano di legno e sembra di essere proprio in montagna.
– Ci sono anche percorsi di docce sensoriali, docce vichy, il pediluvio, zone relax di diverso genere.

Di tutta l’offerta, le mie preferite sono quindi le vasche esterne (vasca delle sirene), la vasca interna con l’enorme cascata cervicale, il bagno turco dei limoni, il percorso Kneipp, la sauna Stube, la sauna al fieno, la stanza relax con i materassi ad acqua dove vengono proiettati sul soffitto filmati a tema natura.
Per i più coraggiosi c’è anche una doccia con un secchio dove ci si tira l’acqua ghiacciata addosso ed una vasca piena di acqua fredda (mi sono limitata a provare la prima dopo la sauna, per il bagno con acqua fredda ci devo lavorare sopra…).
Sono presenti numerose fontanelle dove poter bere, un angolo tisane ed un angolo snack che sono serviti però non disponibile a tutte le ore.
Per chi volesse, ci si può deliziare anche di qualche trattamento nell’area massaggi dedicata e si può anche pranzare e cenare nella struttura. Non ho avuto modo di provare i trattamenti perché mi sono letteralmente persa nell’enorme parco benessere e non ho nemmeno cenato in struttura perché l’aperitivo offerto ha saziato a sufficienza il mio stomaco.

Come prenotare per il compleanno? La promozione wellness birthday

Io ho deciso di festeggiare il mio compleanno con una promozione speciale: passare una notte nell’hotel con accesso al percorso benessere praticamente non pagando! Infatti accedendo con un accompagnatore pagante nel giorno del compleanno o nei 7 giorni successivi, il soggiorno di una notte è gratuito! La promozione però è utilizzabile dal lunedì al giovedì, esclusi weekend, ponti e festività. Basta solo utilizzare il codice QCBIRTH in fase di prenotazione direttamente dal sito e lo sconto verrà applicato automaticamente.
Ho scelto la camera Classic, quella diciamo di base che per me era molto di più del basico! Attrezzata con tutto l’occorrente, è una garanzia per dormire notti di sonno profondo. Cicloturisti e camminatori quindi non preoccupatevi e viaggiate leggeri, viene fornito il kit spa (accappatoio, telo, ciabatte) ed in camera è presente tutto il necessario. Nella camera trovate anche un tappettino ed una fitball per fare yoga, pilates o stretching.
La stanza era situata nella Residenza San Martino adiacente alla struttura principale vicino alla Chiesa.
Oltre alla stanza si può ovviamente accedere (incluso nella tariffa) al percorso benessere completo e in più viene fornito un telo, un accappatoio, un paio di ciabatte e l’Aperiterme, l’esclusivo aperitivo serale dalle 17 alle 20. Viene servito un vassoio con una selezione di prodotti e le bevande (birra, vino, crodino, spritz) si trovano nel buffet, basta solo dire alla Reception l’orario in cui si vuole andare. La stanzetta dove si mangia era sicuramente una vecchia scuderia dove è rimasto tutto come era dal portone d’ingresso al porta fiaccole!
Si può accedere al percorso benessere dall’orario di check-in che è a partire dalle 15 e si può rimanere gratuitamente anche il giorno di partenza! Viene assegnato un locker apposito dove si trova una borsa con il cambio accappatoio e asciugamani. Io non l’ho usata per evitare sprechi avendo già comunque il mio accappatoio e asciugamani secchi.
La promozione del compleanno si può applicare anche solo per un ingresso quindi senza camera ma vale comunque la regola che ci sia con te un accompagnatore pagante! Tutto va riservato già nel sito.
Inoltre, la struttura è immersa in 144 ettari di verde che comprendono il campo da golf con la possibilità di fare jogging o passeggiare nel sentiero che lo circonda! C’è talmente tanto che quasi non si ha tempo di visitare il bellissimo lago di Garda! 

Quando andare

Il QC terme Garda è aperto tutti i giorni, dalle 9:00 alle 22:00 (l’uscita dalle vasche è in realtà mezz’ora prima). Sicuramente i periodi più affollati sono i weekend e le festività, in settimana e alla sera sembra essere più tranquillo anche se la struttura è davvero grande. Preferisco andare alle terme nel periodo invernale fino a primavera, poi l’estate per me diventa troppo caldo!

Come arrivare al Qc Terme garda

Il Palazzo Arzaga si trova a Cavalgese della Riviera proprio adiacente al golf Arzaga. Se si arriva in macchina è un po’ complicato perché ci sono due strade sterrate sconsigliate ma sono quelle che Google segna, invece c’è un’unica via di accesso consigliata che è Via Arzaga. Venendo in bici invece tutto è possibile. Dal sito viene menzionato solo le indicazioni per raggiungerlo in macchina. Con i mezzi pubblici in effetti è un po’ difficile ma comunque fattibile. Si potrebbe arrivare alla stazione di Desenzano e poi con due bus arrivare alla struttura con cambio a Padenghe. È un po’ un peccato pensarlo solo raggiungibile in macchina!
Nonostante ciò, c’è un ampio parcheggio che si può utilizzare e la Reception invia tutte le indicazioni su come raggiungerli qualche giorno prima tramite mail.

Sostenibilità

Se mi segui da un po’, sai che tengo particolarmente a questo tema e cerco nel mio piccolo di contribuire. Nel sito si legge “Earth is a limited edition” e da qui capiamo che QC si impegna nel rispetto dell’ambiente! Ho notato che si fa molta attenzione ad utilizzare materiale biodegradabile all’interno della struttura e gli ospiti sono invitati a non sprecare acqua e ad ottimizzare il consumo di energia. Nella sala colazione e durante l’aperitivo viene tutto servito all’interno di barattoli di vetro evitando quindi le monoporzioni, nei punti ristoro i bicchieri sono di materiale biodegradabile come anche le borsine per la Spa e quelle per mettere il costume bagnato. 

Consigli per godersi l’esperienza al Qc terme al meglio 

Grazie alla mia lunga esperienza di centri termali sia per mia passione personale che lavorativa, elenco qua alcuni consigli di vario genere a te che stai leggendo!
– E’ meglio andare nei periodi di minor affollamento preferibilmente in settimana, lontano dalle feste magari verso i periodi di bassa stagione come la primavera. L’inverno è ovviamente il periodo perfetto per le terme ma anche il più trafficato!;
– All’interno del Palazzo viene fornito un accappatoio, un asciugamano ed una borsa SPA che sono tutti uguali! Cerca quindi di personalizzarli magari con una spilla, un nastro o legandoli in una maniera particolare tipo con un nodo;
– L’asciugamano e l’accappatoio si bagnano in fretta e se lasciati fuori diventeranno freddi. Cerca di tenerli più asciutti possibile;
– Le ciabatte vengono fornite ma, stesso problema degli accappatoi, sono uguali per tutti! Se puoi, portati le tue;
– Gli oggetti di valore è meglio tenerli negli armadietti, il telefono se proprio ti serve tienilo con te ma sarebbe bene nasconderlo nella Spa Bag che avrai precedentemente personalizzato per distinguerla dalle altre, è un attimo che qualcuno la scambia!;
– Le terme, saune, bagno turco non sono per tutti! Per esempio non sono consigliate in caso di malattie cardiache, disturbi circolatori, ipotensione, varici degli arti inferiori, gravidanza, insufficienza renale, ciclo mestruale in corso, infezione da candida, stati febbrili, fenomeni infiammatori in genere, ferite in fase acuta o in via di risoluzione, insufficienza respiratoria acuta o cronica;
– Prima di entrare all’interno di qualche sauna o bagno turco, leggi bene di cosa si tratta e come funziona, soprattutto rispetta i limiti della permanenza, la temperatura è molto elevata! All’interno c’è anche una clessidra per tenere il tempo. A me è gia successo di svenire poiché la bassa pressione la soffro. Quindi attenzione!

Verdetto finale: voto diesci

Prima di andare avevo un po’ sbirciato nel sito ma senza approfondire come faccio al mio solito. Avevo solo bisogno di rigenerarmi e già dalla prima foto mi sembrava il luogo ideale così ho deciso di non rovinarmi la sorpresa. Ed difatti è stata una totale sorpresa! Normalmente non so stare in un centro termale più di qualche ora ma qui mi sarei fermata addirittura una notte in più!
La struttura è nuovissima, super pulita, il personale è giovane, molto gentile ed accogliente. Adoro l’idea del recupero di un’antica struttura senza dove costruire niente di nuovo, ma riqualificando quello che già c’è. Sono sincera, è la prima volta che vado in un hotel a cinque stelle e la prima volta che vivo un’esperienza da cliente così super coccolata, normalmente sono sempre stata io dietro ad un bancone ad accogliere gli ospiti ed ora capisco perché le persone fanno sempre fatica ad andarsene in contesti del genere! L’esperienza è stata super positiva, sono uscita con un corpo nuovo anche perché tornavo da due settimane di Trekking dalle Azzorre e dovevo rilassare i muscoli e recuperare un po’ di stanchezza!
I giorni in cui ero andata alcune piscine sarebbero state chiuse per manutenzioni e la Reception ha inviato una mail qualche giorno prima informando tutti gli ospiti. Non è stato un grosso problema perché comunque in quei due giorni c’è stato il tempo necessario per provarle tutte.
Nonostante ciò, ho notato alcune piccole pecche che potrebbero essere migliorate ed essendo una struttura nuova, sicuramente verranno fatte delle migliorie nel futuro!
Per esempio:
– Ho trovato un po’ freddo il check – in e il check – out che si può fare comodamente online ma riduce un po’ il contatto con il personale. La struttura sa proprio di casa sia per come è tenuta sia per come si presenta con gli affreschi, le travi in legno, le coccole che vengono fatte agli ospiti ed è un peccato ridurre queste procedure ad un processo solo online. Il personale oltretutto è molto disponibile e cordiale!;
– Qualche snack in più sarebbe stato ottimo (come per esempio mele e frutta secca a disposizione degli ospiti come in tutte le strutture termali). Qui ho trovato solo un piccolo angolo dove c’erano a disposizione meringhe e zenzero per reintegrare zuccheri ma non si poteva fare self-service;
– Pochi punti acqua dove bere (solo una all’ingresso), in compenso ci sono molte fontanelle tipo quelle di montagna probabilmente originarie della struttura;
– Non si può purtroppo uscire e rientrare;
– Il Palazzo non è facile da raggiungere con i mezzi pubblici e nemmeno in macchina. Solo una via, che è Via Arzaga va bene, le altre due vie (Trieste e Levrini) sono sterrate e sono principalmente le due che Google Maps segnala;
– C’è poco personale a sorvegliare la zona piscine e a far rispettare le regole, molte persone entravano in sauna con le ciabatte quando era palesemente scritto fuori!

Perchè andare alle terme se pedali o cammini tanto?

Le terme sono veramente un elisir per il corpo degli sportivi o degli esploratori come noi. Infatti:
– Quando si è in movimento è fondamentale idratarsi! Non solo bevendo acqua ma anche attraverso i pori della pelle, specialmente immergendosi nelle vasche di acqua termale con la stessa temperatura corporea;
– L’acqua calda ha un effetto miorilassante sui muscoli (a me ha curato un torcicollo) e un effetto lenitivo sulla pelle irritata specialmente quando siamo a contatto con la sella per ore;
– Praticando attività aerobiche, i muscoli producono acido lattico. Per poterlo distribuire al meglio, sarebbe utile fare dei massaggi decontratturanti oppure dei fanghi o semplicemente un idromassaggio;
– E’ importante avere una buona quantità di sangue nelle gambe e garantire l’ossigenazione dei muscoli. Ottimi quindi dei massaggi linfodrenanti o circa dieci giri nel percorso Kneipp che alterna acqua calda all’acqua fredda facilitando la vasodilatazione e la vasocostrizione.

Spero che i miei consigli siano stati utili! Questo articolo non è stato sponsorizzato da QC Terme ma semplicemente frutto della mia esperienza provata nel termale e della mia voglia di condividere esperienze meravigliose specie per un’occasione speciale come il compleanno che qui viene festeggiato veramente!

Raccontami se già conosci QC Terme e la tua esperienza! Hai mai festeggiato un compleanno così?

Scritto da Giulia

Scritto da Giulia

Content creator e viaggiatrice ma più precisamente cicloturista e camminatrice. Se non esploro sto male perchè l'arte del viaggio mi rende ogni volta una persona migliore. Il mondo è il mio più grande maestro. Rendo immortali questi attimi di libertà premendo rec sulla mia fotocamera e scrivendo su pezzi di carta che ora sono diventati virtuali.

4 Commenti

  1. Valentina

    Descrizione molto dettagliata e chiara, brava e
    Grazieee

    Il trekking alle Azzorre dove l’hai fatto?!!
    Grazieee

    Rispondi
    • Giulia

      Ciao Valentina! Grazie per questo messaggio! Il trekking alle Azzorre l’ho fatto nelle isole di Sao Miguel, Pico, Faial, Sao Jorge e Terceira. A breve uscirà l’articolo!

      Rispondi
  2. Laura Politi

    Festeggiare il mio compleanno sabato 17 febbraio

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lettere da in giro con sfondo grigio
Lettere da in giro per te!

Lettere da in giro per te!

Una volta al mese ti invierò una lettera dove parleremo insieme di cicloturismo, cammini, consigli e idee di viaggio tutto condito con delle gran good vibes! Ti va?

Consenso trattamento dati

Grazie di cuore! A presto con le lettere da in giro!