14 consigli per il tuo primo viaggio da sola

da | Feb 24, 2024 | Just for women

Ho fatto il mio primo viaggio da sola nel 2003 a Salamanca quando avevo 13 anni. Te lo racconto per filo e per segno in questa pagina.
Da quel momento, mi sono detta che volevo ritornare in Spagna. E così fu, nel 2011 volo a Zaragoza da sola per cominciare una delle mie più belle esperienze, l’Erasmus!
Da lì non ho più smesso, mi veniva spontaneo viaggiare e spostarmi da sola! 

Dopo ben 13 anni di esperienza, ecco i miei migliori consigli per te che hai deciso di regalarti questa fantastica avventura che sia in bici, a piedi o come più preferisci, l’importante è partire.

Se sei alle prime armi, scegli la tua destinazione con cura. Di certo il tuo primo viaggio non lo farai in mete particolari, tipo sperduta nel deserto. Analizza il posto che tanto vuoi visitare per capirne bene la fattibilità! Perchè vuoi andare lì? Se parti per un cammino o un viaggio in bici, analizza se la destinazione è adatta alle tue capacità. Non fare l’errore che ho fatto quando sono andata a Tenerife! In bici non avevo mai affrontato dislivelli del genere, è andata bene ma ho rischiato di non farcela. Sono stata più saggia in Corsica invece, quando ho deciso di aggregarmi ad un gruppo per affrontare il GR20, il cammino più difficile d’Europa.

2. Programma dove dormire (almeno i primi giorni)

Ci sono un’infinità di opzioni che dipendono anche dal tuo budget.
Se mi appoggio a strutture, mi piace dormire negli ostelli, è un modo per conoscere gente. Molti offrono anche l’opzione di avere dei dormitori solo al femminile! Se invece vuoi stare per gli affari tuoi, airb&b è un’ottima opzione. Leggi con attenzione le recensioni, a volte è meglio preferire un pò di sicurezza in più che l’economicità di certi posti!

Se viaggi in tenda, appoggiati a delle strutture come i camping, anche li è facile conoscere persone! Quando acquisterai un pò di confidenza potresti pensare a fare campeggio libero o affidarti a chi ti offrirà ospitalità, anche un semplice pezzo di giardino.

3. Informati sulla cultura locale

E’ una delle cose fondamentali! Ed è questa la differenza tra l’essere una semplice turista e una vera viaggiatrice. Non solo per curiosità nei confronti del Paese che si va a visitare ma anche come sicurezza nei nostri confronti. Non parlo solo del tema “donne nei paesi arabi” ma anche per quanto riguarda il tema “cani” se viaggi in bici o a piedi. 

4. Pianifica quanto più possibile

Dedica molto tempo alla pianificazione. Anche se il tuo viaggio sarà nella modalità “parto ma poi vedrò”. Fatti almeno un itinerario indicativo per capire i posti che passerai ed informarti a riguardo. E’ il tuo primo viaggio, meglio essere organizzati. 

5. Prenditi per tempo

Si, prenditi del tempo per organizzare tutto. Se vai in un Paese che non conosci, informati e capisci di cosa hai bisogno.
– Verifica che il tuo passaporto non sia scaduto;
– Se hai bisogno di fare alcuni vaccini etc; 
– Se attraverserai più paesi, quanto tempo ti ci vuole per il Visto?
– Nel Paese in cui andrai, ci saranno problemi con le autorità? Per esempio se viaggi in bici in Pakistan, la polizia ti scorterà tutto il tempo. In Algeria sicuro non ti lasceranno passare, come alcune zone dell’Egitto, pechè per loro potresti essere una potenziale spia! Questo è il consiglio che ti da una ritardataria spassionata che si è trovata spesse volte all’ultimo a dover risolvere questioni burocratiche. 

6. Condividi i tuoi piani di viaggio

E’ importante che i tuoi amici e familiari sappiano dove ti trovi e quali siano i tuoi piani. Seleziona circa cinque persone diverse, che non si conoscono tra di loro ma che sono contatti stretti tuoi.
Io per esempio prima di partire condivido con loro il mio piano, suddividendo tappa per tappa e, se lo so già, anche dove andrò a dormire. Una volta che arrivo a destinazione, condivido la mia posizione su Whatsapp.
Lo so è difficile pensare a casa quando siamo in viaggio, ma cerca di pensare che c’è qualcuno che ti aspetta. Mi affido anche ad alcune app che fanno il mio tracciamento live o che comunque registrano la mia posizione. Ho anche sempre con me anche un telefono di scorta qualora il mio non funzionasse più.
Se andrai a fare trekking o cicloturismo, il Garmin Inreach Mini 2 è uno strumento che ti può servire.

7. Trova un piano B in anticipo

Pensa a possibili problemi che ti possono succedere e come rimediare per non trovarti poi in una crisi di panico senza avere soluzioni. Piano B per qualsiasi cosa.
Se piove dove vado? Se mi rubano il portafoglio? Se non mi funziona più il telefono? Se mi faccio male? Ovvio, senza troppe paranoie.

8. Fatti una copia dei documenti

Fai sempre una copia dei tuoi documenti perché in caso di perdita degli originali, avrai sempre una copia da mostrare alla polizia. Uso un trucchetto, separo sempre le carte di credito, contanti e documenti, li metto in posti diversi. Non ha senso lasciare due carte di credito nello stesso portafoglio. 

9. Fatti un’assicurazione di viaggio

E’ alla base di ogni viaggio, anche se rimani in Europa, a volte il tesserino Sanitario non compre tutto. C’è sempre una minima possibilità di imprevisto. In alcuni stati, per esempio gli Stati Uniti, l’assicurazione privata è d’obbligo. Io per tutti i miei viaggi mi affido ad Heymondo, qui ti lascio uno sconto speciale per te! 

10. Gestisci sapientemente tutto ciò che hai di valore

Se dormi in ostello, chiudi sempre tutto con il lucchetto. Stessa cosa se viaggi in bus o in treno di notte. Se sei in bici, chiudila sempre o tienila sempre sott’occhio. In questo caso mai fidarsi, a meno che tu non stia viaggiando in Svizzera!

11. Cerca di non viaggiare di notte

Ti parla una persona che adora viaggiare di notte, sia in bici che a piedi. I luoghi ti mostrano un loro lato diverso, c’è silenzio e attivi altri sensi come l’udito e l’olfatto. Non è il caso se viaggi da sola. Cerca sempre di arrivare nel primo pomeriggio, massimo all’imbrunire. Arrivando in città che non conosci, non puoi mai sapere se capiti in quartieri poco affidabili.

12. Viaggia leggera

Qualunque sia il tuo viaggio, porta via solo l’essenziale. Se ti stai preparando per un cammino o un viaggio in bici, lo sai già, più hai e più fatica farai. L’importante è essere sempre indipendenti.

13. Sii aperta ma usa il buonsenso

Il bello di viaggiare da sole è che conoscerai un sacco di gente. Io ho sempre fatto degli incontri assurdi! Potrei scrivere un libro su tutte le persone belle che ho conosciuto. Le conoscerai solo se sarai aperta mentalmente. Però incontrerai anche persone che hanno secondi fini. In questo caso ascolta sempre il tuo istinto. Se qualcosa ti puzza di bruciato, togliti da quella situazione. Non dire mai la verità su di te se qualcuno ti convince poco! Resta vaga soprattutto su dove alloggi. 

14. Segui i tuoi ritmi

Non è mai una competizione ma un’avventura che stai facendo per te stessa. Ascolta il tuo corpo, la tua mente, asseconda sempre te stessa. Il viaggiare da sola ti porta proprio a questo, ascoltare la persona più importante, te stessa.

Viaggiare da sola è uno dei regali più belli che puoi farti! Ricordati che la paura deve esserci ma non deve limitarti. Se vuoi fare qualcosa fallo ma usa sempre il buonsenso!

Scritto da Giulia

Scritto da Giulia

Content creator e viaggiatrice ma più precisamente cicloturista e camminatrice. Se non esploro sto male perchè l'arte del viaggio mi rende ogni volta una persona migliore. Il mondo è il mio più grande maestro. Rendo immortali questi attimi di libertà premendo rec sulla mia fotocamera e scrivendo su pezzi di carta che ora sono diventati virtuali.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Lettere da in giro con sfondo grigio
Lettere da in giro per te!

Lettere da in giro per te!

Una volta al mese ti invierò una lettera dove parleremo insieme di cicloturismo, cammini, consigli e idee di viaggio tutto condito con delle gran good vibes! Ti va?

Consenso trattamento dati

Grazie di cuore! A presto con le lettere da in giro!